Luce e tonalità di bianco

[Social9_Share]

Luce e tonalità di bianco

Mentre la luce può essere prodotta in colori specifici per un dare un particolare effetto ai nostri ambienti, luce bianca è lo standard di illuminazione, sia domestica che negli ambienti di lavoro. La scelta, però, non si ferma qui, tuttavia, così come per la luce colorata, anche quella bianca può essere diversa a seconda delle fonti luminose che utilizziamo.

Come scegliere le fonti luminose da utilizzare nei nostri ambienti? Il settore dell’illuminazione ha sviluppato una metrica per aiutarci a valutare e comprendere la tonalità del colore delle diverse sorgenti luminose. Questa metrica indica in generale la tonalità di colore di una sorgente luminosa e la luce prodotta.

Quando parliamo di luce ci troviamo spesso anche ad affrontare il tema del caloreMa cosa significa per una luce essere calda o fredda? Significa che gli esseri umani associano i colori e le fonti di luce che appaiono ad esempio rossastro / arancione / giallo come colori caldi, mentre le fonti di luce che appaiono bianco bluastro vengono percepite come fredde. La luce della candela, e il tramonto sono buoni esempi di luce che ha un aspetto caldo. Grazie alle moderne tecnologie e ai passi aventi nel settore dell’illuminotecnica si  possono ottenere sia la luce calda sia una luce fredda grazie ad esempio ad apparecchi LED.

[Social9_Share]
0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi informazioni

Compila il modulo sottostante per ricevere maggiori informazioni

Contatti Generali

Articoli Correlati